Utilizamos cookies propias y de terceros para mejorar nuestros servicios y mostrarle publicidad relacionada con sus preferencias mediante el análisis de sus hábitos de navegación. Si continua navegando, consideramos que acepta su uso. Puede cambiar la configuración u obtener más información aquí.
Cerrar

Noticias Carlos Ruiz Zafón

El Corriere della Sera reseña en su edición digital 'El Prisionero del Cielo' de Carlos Ruiz Zafón, a quien califican de «re Mida del bestseller made in Spain».
02-03-2012

La Barcellona stregata di Zafón
Un nuovo protagonista dal passato misterioso, che nasconde ustioni segrete

Chissà se è vero che erano in quattro fin dal concepimento. Quattro tomi per un luogo divenuto inaspettatamente leggendario, a furor di pubblico, con la pubblicazione del primogenito: il Cimitero dei libri dimenticati. Quell'antro del quale i turisti bibliofili si ostinano a cercare le tracce, sulla mappa di Barcellona, e le vestigia, da qualche parte tra i vicoli del Raval. Troppo bello per non essere mai esistito. Chissà se questo terzo e penultimo embrione, venuto alla luce forte di oltre 350 pagine, a dieci anni di distanza dal fratello maggiore, non sia stato invece l'ampliamento di una trovata letteraria vincente. Può dirlo soltanto Carlos Ruiz Zafón, il 47enne autore catalano, che vive da quasi vent'anni a Los Angeles, ma in patria amano definire il «re Mida del bestseller made in Spain» e che nelle interviste assicura di aver avuto in mente dapprincipio un ciclo di «quattro romanzi indipendenti, ma collegati».

Carlos Ruiz Zafón - «Il prigioniero del cielo» - Mondadori, pp. 380, € 21 Tanto indipendenti che si possono leggere in sequenza libera, almeno i primi tre già venuti alla luce, L'ombra del vento nel 2002, Il gioco dell'Angelo nel 2008 e, da oggi anche in Italia, Il prigioniero del cielo: cambiando l'ordine dei fattori, il risultato non cambia. È un andirivieni tra gli anni Venti e Quaranta della Barcellona di cui Zafón, troppo giovane per averla conosciuta, conserva e tramanda un atavico ricordo. Convenientemente in bianco e nero. E sapientemente condiviso. In una Barcellona «stregata», suggestiva e convincente anche per gli spagnoli e gli stessi catalani, si muovono i personaggi famigliari dei librai Sempere, padre e figlio, i fantasmi di chi li ha generati, lo scrittore David Martin, editori, avvocati, poliziotti, sacerdoti, carcerieri e aguzzini, le anime nere di quanti tessono perfide trame o esercitano la crudeltà per mestiere e opportunità politica.

(...)

 

Noticia publicada en: Corriere della Sera
vota esta noticia
enviar a
La Barcelona "stregata", embrujada, de 'Il Prigionero del Cielo' alcanza la primera posición de los libros más vendidos en Italia, según la web Apollodoro.it
02-03-2012

C'è movimento nella classifica di libri più venduti nella settimana dal 20 al 26 febbraio 2012, smottamenti, new entry e uscite di scena la fanno da padroni. Ad iniziare dalla prima posizione dove troviamo una new entry, ‘Il prigioniero del cielo' di Carlos Ruiz Zafon che entra e si colloca subito in pole position, di prepotenza. Permane invece stabile al secondo posto ‘Amore, zucchero e cannella' di Amy Bratley, mentre balza letteralmente sul terzo gradino del podio il ‘Diario di una schiappa. La dura verità' di Jeff Kinney, che macina posizioni su posizioni.

Noticia publicada en: Apollodoro.it
vota esta noticia
enviar a